La farmacia “Sotto l’Aquila"

pl. Bohaterów Getta 18

Oggi:

9:00-17:00
chiuso

Tadeusz Pankiewicz, prendendo in gestione la farmacia da suo padre non poté immaginare che insieme ad essa sarebbe passato alla storia...

Un uomo magro di media statura, con i capelli scuri pettinati all'indietro, spesso fotografato con una pipa in mano. Non sembra affatto un eroe. Eppure lo è stato. Quando nel 1941 le autorità naziste istituirono a Podgórze il ghetto per i residenti ebrei di Cracovia, il polacco Tadeusz Pankiewicz, farmacista laureato presso l’Università Jagellonica, riuscì ad ottenere il permesso di continuare a gestire la sua farmacia, venuta a trovarsi nell’area del ghetto in quanto affacciata sull’allora Piazza della Concordia (plac Zgody), oggi Piazza Eroi del Ghetto 18 (plac Bohaterów Getta 18). La ragione convincente da egli addotta fu che la presenza di una farmacia nel ghetto sarebbe stata utile in caso fosse scoppiata un’epidemia.

Aperta ventiquattr'ore su ventiquattro, la farmacia fu luogo di riunioni clandestine, un insostituibile punto di contatto e luogo di riparo per gli abitanti del ghetto. Da qui passavano viveri e medicine ad essi destinati nonché veniva organizzata la preparazione di documenti falsi.

Tadeusz Pankiewicz fu il testimone della fine del ghetto ebraico di Cracovia. Egli assistette prima ai due sfollamenti più sanguinosi (a giugno e ottobre 1942), quindi alla brutale liquidazione del ghetto (13 e 14 marzo del 1943), durante la quale tutti gli abitanti in grado di lavorare furono trasferiti al campo di Płaszów mentre i vecchi, gli inabili al lavoro, i bambini e le madri che non vollero abbandonare i propri figli, ma anche i medici che fino alla fine vegliarono sui loro pazienti, furono fucilati o deportati al campo di sterminio di Auschwitz.

Tadeusz Pankiewicz raccolse in un libro sconvolgente intitolato La farmacia del ghetto di Cracovia i ricordi di quei giorni. Proprio questa pubblicazione – ampliata con ulteriori relazioni e testimonianze inerenti allo sterminio – è alla base della mostra La farmacia di Tadeusz Pankiewicz nel ghetto di Cracovia (sezione del Museo Storico della Città di Cracovia) ubicata all’interno della stessa farmacia, i cui interni sono stati fedelmente ricostruiti. I cassetti degli armadi contengono reperti, fotografie e documenti attraverso i quali i visitatori possono ricostruire il corso degli orribili eventi che ebbero luogo nell’attuale piazza Eroi del Ghetto e lungo le vie situate nei pressi.

La farmacia “Sotto l’Aquila” fa parte del Sentiero della Memoria, ovvero di un percorso museale comprendente la visita alla prigione di via Pomorska (Ulica Pomorska), alla farmacia “Sotto l’Aquila” (Apteka Pod Orłem) e alla Fabbrica di Oskar Schindler (Fabryka Schindlera).

Biglietti: normale PLN 10, ridotto PLN 8, familiare PLN 20, lunedì ingresso gratuito

 

Orario di apertura:
lun 10:00-14:00, mar-dom 9:00-17:00
pl. Bohaterów Getta 18
12 656 56 25
OK We use cookies to facilitate the use of our services. If you do not want cookies to be saved on your hard drive, change the settings of your browser.